Didattica Digitale Integrata

                                                                PIANO SCOLASTICO PER LA DIDATTICA DIGITALE INTEGRATA

 

Definizione

Per Didattica Digitale Integrata (DDI) le Linee Guida adottate con Decreto M.I. 7 agosto 2020, n.89, intendono una metodologia innovativa di insegnamento apprendimento “da adottare, nelle scuole secondarie di II grado, in  modalità complementare  alla  didattica  in  presenza,  nonché  da  parte di tutte le istituzioni scolastiche di qualsiasi grado, qualora emergessero necessità di  contenimento del  contagio, nonché qualora si rendesse necessario  sospendere  nuovamente  le  attività  didattiche in  presenza  a  causa  delle condizioni epidemiologiche contingenti”.

Per la Scuola dell’ Infanzia si parla di LEAD, ovvero  di Legami Educativi a Distanza, perché l’aspetto educativo a questa età si innesta sul  rapporto affettivo e motivazionale.


Scopo e finalità della DDI

L’utilizzo della DDI si rende necessario per l’emergenza sanitaria in corso “al fine di porre gli alunni, pur a distanza, al centro del processo di insegnamento-apprendimento per sviluppare quanto più  possibile  autonomia  e  responsabilità”;  consente,  dunque,  di  dare  continuità  e  unitarietà all’azione educativa e didattica e di non perdere il contatto “umano” con gli studenti.

La DDI è lo strumento didattico che consente di garantire il diritto all’apprendimento delle studentesse e degli studenti sia in caso di nuovo lockdown, sia in caso di quarantena, isolamento fiduciario di singoli insegnanti, studentesse e studenti, che di interi gruppi classe.

 

Attraverso la DDI è, dunque, possibile:

 

  1. raggiungere gli allievi e ricostituire il gruppo classe anche in modalità virtuale;
  2. diversificare l’offerta formativa con il supporto di metodi comunicativi e interattivi;
  3. rispondere alle esigenze dettate da bisogni educativi     speciali (disabilità, disturbi specifici dell’apprendimento, svantaggio linguistico, etc.).

 

Caratteristiche e modalità di realizzazione della DDI nella Scuola secondaria di I grado (I. Scalza/M. Buonarroti)

 

Le attività didattiche da realizzare in modalità DDI devono essere organizzate in modalità sincrona e/o asincrona.

 

Sono da considerarsi attività sincrone

  1. le videolezioni in diretta, comprendenti anche la verifica orale degli apprendimenti;
  1.     lo svolgimento di compiti quali la realizzazione di elaborati digitali o la risposta a test più o meno strutturati con il monitoraggio in tempo reale da parte dell’insegnante.

 

Sono da considerarsi attività asincrone:

 

  1. l’attività di approfondimento individuale o di gruppo con l’ausilio di materiale didattico digitale fornito o indicato dall’insegnante;
  2. la  visione  di  videolezioni,  documentari  o  altro  materiale  video  predisposto  o  indicato dall’insegnante; 
  3. esercitazioni,  risoluzione  di  problemi,  produzione  di  relazioni  e  rielaborazioni  in  forma   scritta/multimediale.

 

La progettazione della DDI deve tenere conto del contesto e assicurare la sostenibilità e un adeguato equilibrio tra le attività proposte, nonché un generale livello di inclusività nei confronti degli eventuali bisogni educativi speciali. Il materiale didattico fornito agli studenti deve inoltre tenere conto dei diversi stili di apprendimento e degli eventuali strumenti compensativi da impiegare, come stabilito nei Piani didattici personalizzati, nell’ambito della didattica speciale.

I docenti per le attività di sostegno concorrono, in stretta correlazione con i colleghi, allo sviluppo delle unità di apprendimento per la classe curando l’interazione tra gli insegnanti e tutte le studentesse e gli studenti, sia in presenza che attraverso la DDI, mettendo a punto materiale individualizzato o personalizzato da far fruire alla studentessa o allo studente con disabilità in accordo con quanto stabilito nel Piano educativo individualizzato.

Vanno inoltre effettuati monitoraggi periodici al fine di attivare, se necessario, “tutte le azioni necessarie volte a garantire l’effettiva fruizione delle attività didattiche, in particolar modo per gli studenti con cittadinanza non italiana neo arrivati in Italia.

 

PIATTAFORME DIGITALI E LORO UTILIZZO

 

INFANZIA

Si opererà con piattaforme, strumenti e canali di comunicazione come:

  •     Google for Education (Hangouts Meet, Padlet,Youtube )
  •     Whatsapp

Attraverso:

  • Libri di testo anche in versione digitale
  • Giochi ed esercizi didattici
  • Foto e immagini
  • Video
  • Messaggi audio
  • Attività multimediali interattive

 

SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA

 

Si opererà con piattaforme, strumenti, canali di comunicazione come:

 

  Registro elettronico Nuvola

  e-mail,

  Google for education (Classroom, Hangouts Meet, Drive, Youtube, Padlet,Documenti, Moduli

  WhatsApp (quando non è possibile fruire delle piattaforme sopra elencate)

 

Attraverso:

 

  Video lezioni in dirette e/o in differita

  Video tutorial

  Audiovisivi e files musicali

  Libri di testo anche in versione digitale (libro liquido)

  CD

  Documenti con spiegazioni, test scritti, giochi ed esercizi didattici, correttori per alcune tipologie di   compiti e/o elaborati anche predisposti dagli insegnanti

  Foto e immagini relative ai contenuti di studio

  

MODALITÀ’ DI SVOLGIMENTO DELLE ATTIVITÀ SINCRONE

INFANZIA

Le attività didattico – educative non saranno mai estemporanee per intrattenere i bambini, non saranno dei semplici passatempo per il riempimento del quotidiano, ma saranno  sempre accuratamente progettate dal team docente, in relazione al singolo bambino o al gruppetto di bambini, tenendo conto del Progetto  Educativo Unitario di Istituto e considerando anche il materiale e gli spazi presenti nell’ambiente familiare.

Importante per una buona riuscita delle attività sarà:

  •     Accedere ai collegamenti con puntualità.
  •     Partecipare con videocamera attivata e microfono disattivato per evitare rumori di fondo  (l’attivazione del microfono verrà richiesta di docenti ).
  •     Collegarsi da un ambiente adatto all’apprendimento.

PRIMARIA  E SECONDARIA

Le videolezioni avranno la durata massima di 1 ora, comprensivi della  pausa di circa 10 minuti  e per disconnettersi  tra un’attività e l’altra.

All’inizio delle videolezioni, l’insegnante avrà cura di rilevare la presenza degli alunni e le eventuali assenze. L’assenza alle videolezioni programmate da orario settimanale deve essere giustificata alla stregua delle assenze dalle lezioni in presenza.

Durante lo svolgimento delle videolezioni agli alunni è richiesto il rispetto delle seguenti regole:

 

  1.     accedere al meeting con puntualità, secondo quanto stabilito dall’orario settimanale delle videolezioni o dall’insegnante. Il link di accesso al meeting è strettamente riservato, pertanto è fatto divieto a ciascuno di condividerlo con soggetti esterni alla classe o all’Istituto;
  2.     accedere al meeting sempre con microfono disattivato. L’eventuale attivazione del microfono è richiesta dall’insegnante o consentita dall’insegnante su richiesta della studentessa o dello studente;
  3.     partecipare ordinatamente al meeting. Le richieste di parola sono rivolte all’insegnante sulla chat o utilizzando gli strumenti di prenotazione disponibili sulla piattaforma (alzata di mano, emoticon, etc.)
  4.     partecipare al meeting con la videocamera attivata che inquadra l’alunno stesso in primo       piano, in un ambiente adatto all’apprendimento e possibilmente privo di rumori di fondo con un abbigliamento adeguato e provvisti del materiale necessario per lo svolgimento dell’attività.

 

INDICAZIONI OPERATIVE PER UN’EFFICACE ORGANIZZAZIONE DELL’AZIONE DIDATTICA

 

INFANZIA

Con i bambini della fascia di età tre/sei, l’azione educativa – didattica avrà senso e sarà veramente efficace solo se si manterrà, si ricostruirà , si “ riallaccerà ” quel filo di relazioni, quel contatto fatto di emozioni, sguardi, voci, vicinanza, condivisione e complicità.

Molto importante se non addirittura fondamentale sarà la sinergia  con genitori, che assumeranno un ruolo attivo già dalla progettazione dell’incontro.

 

SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA

 

  •     mantenere viva la comunicazione con l’intera classe e attivarsi affinché ciascun alunno sia coinvolto in percorsi significativi di apprendimento;
  •     accertare i progressi degli alunni nel processo insegnamento/apprendimento avvalendosi di costanti feed-back forniti dagli studenti per procedere a puntualizzazioni e revisione in funzione del miglioramento dell’apprendimento;
  •     porre particolare attenzione agli alunni in situazione di BES;
  • evitare di caricare on line troppi materiali di studio che potrebbero disorientare lo studente, indurre demotivazione e abbandono ;
  • assegnare i compiti con almeno un giorno di anticipo rispetto alla data prevista per la restituzione;
  •     garantire la possibilità  di riascoltare le lezioni registrate dall’insegnante.

 

QUADRI ORARI SETTIMANALI E ORGANIZZAZIONE DELLA DDI COME STRUMENTO UNICO  INFANZIA

                 

Le attività saranno proposte sia in modalità sincrona che asincrona.

Le attività proposte  in modalità asincrona avranno cadenza settimanale; riguardo agli   incontri in   modalità  sincrona l’orario, per quanto possibile, sarà concordato  con i genitori.

 

SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA

 

Nel caso sia necessario attuare l’attività didattica interamente in modalità a distanza, la programmazione delle attività integrate digitali in modalità sincrona assicurerà “…. almeno quindici ore settimanali di didattica in modalità sincrona con l’intero gruppo classe, organizzate anche in maniera flessibile, in cui costruire percorsi disciplinari e interdisciplinari, con possibilità di prevedere ulteriori attività in piccolo gruppo, nonché proposte in modalità asincrona secondo le metodologie ritenute più idonee.” (Dalle Linee Guida)

Sarà cura degli insegnanti monitorare il carico di lavoro assegnato agli studenti tra attività sincrone/asincrone, in particolare le possibili sovrapposizioni di verifiche di diverse discipline.

 

ASPETTI DISCIPLINARI RELATIVI ALL’UTILIZZO DEGLI STRUMENTI DIGITALI PER LA SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI 1°GRADO

 

E’ assolutamente vietato diffondere immagini o registrazioni relative alle persone che partecipano alle videolezioni, disturbare lo svolgimento delle stesse, utilizzare gli strumenti digitali per produrre e/o diffondere contenuti osceni o offensivi.

Il mancato rispetto di quanto stabilito nel presente documento da parte delle studentesse e degli studenti può portare all’attribuzione di note disciplinari e all’immediata convocazione a colloquio dei genitori, e, nel  caso della Scuola Superiore di Primo Grado nei casi più gravi, all’irrogazione di sanzioni disciplinari.

 

VALUTAZIONE DEGLI APPRENDIMENTI E DESCRIZIONE DELLE COMPETENZE NELLA DDI

 

La normativa vigente attribuisce la funzione docimologica ai docenti, con riferimento ai criteri approvati dal Collegio dei docenti e inseriti nel Piano Triennale dell’Offerta formativa. Anche con riferimento alle attività in DDI, la valutazione deve essere costante, garantire trasparenza e tempestività e, ancor più laddove dovesse venir meno la possibilità del confronto in presenza, la necessità di assicurare feedback continui sulla base dei quali regolare il processo di insegnamento/apprendimento. La garanzia di questi principi cardine consentirà di rimodulare l’attività didattica in funzione del successo formativo di ciascuno studente, avendo cura di prendere ad oggetto della valutazione non solo il singolo prodotto, quanto l’intero processo. La valutazione formativa tiene conto della qualità dei processi attivati, della disponibilità ad apprendere, a lavorare in gruppo, dell’autonomia, della responsabilità personale e sociale e del processo di autovalutazione. (dalle Linee Guida). [1]

 

 INFANZIA

La valutazione degli apprendimenti realizzati con la DDI, seguirà gli stessi criteri della valutazione delle attività svolte in presenza.

Durante  il periodo di scuola a distanza, la valutazione intesa nella sua valenza formativa, terrà conto delle conquiste e dei progressi osservati nei bambini.

 

A tal fine sarà molto importante la documentazione raccolta dai docenti.

Si potrà concordare la creazione di un portfolio digitale che tenga traccia di quanto condiviso tra insegnanti – genitori- bambini.

La valutazione sarà effettuata utilizzando  strumenti e criteri elaborati dal team docente e approvati dal Collegio dei Docenti.

 

SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA

 

  •     La valutazione degli apprendimenti realizzati con la DDI segue gli stessi criteri della valutazione degli apprendimenti realizzati in presenza. In particolare, sono distinte le valutazioni formative svolte dagli insegnanti in itinere, anche attraverso semplici feedback orali o scritti, le valutazioni sommative al termine di uno o più moduli didattici o unità di apprendimento, e le valutazioni intermedie e finali realizzate in sede di scrutinio.
  •     Per la Scuola Secondaria di primo Grado l’insegnante riporta sul Registro elettronico gli esiti delle verifiche degli apprendimenti svolte nell’ambito della DDI con le stesse modalità delle verifiche svolte in presenza.
  •     La valutazione è condotta utilizzando strumenti e criteri elaborati dal Collegio dei Docenti.
  •     La valutazione degli apprendimenti realizzati con la DDI dalle studentesse e dagli studenti con bisogni educativi speciali è condotta sulla base dei criteri e degli strumenti definiti e concordati nei Piani didattici personalizzati e nei Piani educativi individualizzati.

 

 

COMPETENZA CHIAVE EUROPEA: COMPETENZA DIGITALE

 

La competenza digitale consiste nel saper utilizzare con dimestichezza e spirito critico le tecnologie della società dell’informazione per il lavoro, il tempo libero e la comunicazione. Essa implica abilità di base nelle tecnologie dell’informazione e della comunicazione (TIC): l’uso del computer per reperire, valutare, conservare, produrre, presentare e scambiare informazioni nonché per comunicare e partecipare a reti collaborative tramite Internet.

 

SUPPORTO ALLE FAMIGLIE PRIVE DI STRUMENTI DIGITALI

 

SCUOLA DELL’INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA

 

Le attività di DDI saranno precedute da una nuova ricognizione del fabbisogno di dispositivi digitali e connettività da parte di tutti gli alunni al fine di provvedere alla concessione in comodato d’uso delle dotazioni strumentali dell’istituzione scolastica.

 

 PERCORSI DI APPRENDIMENTO IN CASO DI ISOLAMENTO O CONDIZIONI DI FRAGILITÀ’

 

SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA

 

  •     Nel caso in cui le  misure di prevenzione e di contenimento della diffusione del SARS-CoV-2 e della  malattia  COVID-19,  indicate  dal  Dipartimento  di  prevenzione  territoriale,  prevedano l’allontanamento dalle lezioni in presenza di una o più classi, dal giorno successivo prenderanno il via, per le classi individuate e per tutta la durata degli effetti del provvedimento, le attività didattiche a distanza in modalità sincrona o asincrona sulla base di un orario settimanale appositamente predisposto.[2] [3]
  •     Nel caso in cui le  misure di prevenzione e di contenimento della diffusione del SARS-CoV-2 e della malattia COVID-19 riguardino singole studentesse, singoli studenti o piccoli gruppi, con il coinvolgimento  del Consiglio di classe, sono attivati dei percorsi didattici personalizzati a distanza, in modalità sincrona e/o asincrona e nel rispetto degli obiettivi di apprendimento stabiliti nel Curricolo d’Istituto, al fine di garantire il diritto all’apprendimento dei soggetti interessati.
  •     Ai sensi del l’Ordinanza ministeriale n° 134 del 9 ottobre 2020 emanata ai sensi dell’art. 2, comma1, lettera d-bis del decreto – legge 8 aprile 2020 n°22, al fine di garantire il diritto allo studio degli studenti con patologie gravi o immunodepressi, valutata e certificata dal PLS/MMG, nel rispetto dei principi di pari opportunità  e non discriminazione, piena partecipazione e inclusione, accessibilità e fruibilità, la scuola prevede all’interno del presente Piano il diritto  per questi studenti a beneficiare dello svolgimento dell’attività di didattica a distanza,in modalità integrata ovvero esclusiva con i docenti della classe di appartenenza, secondo le specifiche esigenze dello studente, tenendo quindi conto della particolare condizione certificata dell’alunno.

 

Per la scuola secondaria di primo grado si cercherà di garantire fino al 50% dell’orario settimanale delle singole discipline.

 

Per la scuola primaria, il cui obiettivo prioritario è mantenere la relazione educativa con gli alunni in quarantena o in isolamento fiduciario, saranno attivate attività di didattica a distanza, secondo canali di comunicazione diversi (di cui sopra), a seconda dell’età degli alunni, del tipo di attività che dovrà essere svolta.

 

Art. 18 – CRITERI PER LA GESTIONE DELLE ATTIVITÀ’ DI DIDATTICA A DISTANZA

 

  1. A)   In caso di assenza dell’alunno/a per quarantena o isolamento domiciliare (Delibera collegiale del 28 ottobre 2020) o con patologie gravi o immunodepressi (Ordinanza del Ministero dell’Istruzione n° 134 del 9 ottobre 2020) ogni docente, al fine di garantire la tutela del diritto allo studio degli alunni e degli studenti, dovrà attivare la Didattica Digitale Integrata in modalità integrata ovvero esclusiva secondo le specifiche esigenze.

 

SONO EQUIPARATI AGLI ALUNNI FRAGILI, GLI ALUNNI CHE SONO  CONVIVENTI DI UN SOGGETTO FRAGILE.

 

  1. b)        In caso di assenza di uno o più alunni per quarantena o isolamento domiciliare o con patologie gravi o immunodepressi o conviventi fi familiari immunodepressi o gravi patologie ( Ordinanza MI 134 del 9 ottobre 2020), ogni docente, al fine di garantire la tutela del diritto allo studio degli alunni e degli studenti, dovrà attivare la DDI in modalità integrata ovvero esclusiva secondo le specifiche esigenze. La DDI dovrà essere garantita per almeno 15 ore settimanali (10 per la classe prima della Primaria) di attività sincrone per ogni alunno. Nella scuola Primaria le ore di lezione, se svolte in eccedenza rispetto al proprio orario settimanale, verranno recuperate nelle ore di programmazione per un massimo di 2. Le restanti ore verranno svolte in modalità sincrona in collegamento dalla classe in presenza con l’alunno a casa, privilegiando le discipline fondamentali ed escludendo le educazioni. Nella scuola SS1G verranno svolte almeno 15 ore di lezione in modalità sincrona in collegamento dalla classe in presenza con l’alunno a casa, con esclusione delle ore di laboratorio, di esercitazione e di mensa. Le attività sincrone dovranno prevedere la collaborazione con il docente di sostegno e di potenziamento, ove presenti.
  2. C) In caso di assenza dell’intera classe per quarantena o isolamento domiciliare, i docenti in presenza garantiranno la DAD per almeno metà del proprio orario settimanale e completeranno con ore a disposizione per le sostituzioni per interventi in compresenza o individualizzati; i docenti in quarantena, ma non in malattia certificata, garantiranno la DAD per almeno metà del proprio orario settimanale e completeranno con attività asincrone.
  3. D) In caso di classe in presenza, il docente in quarantena o isolamento fiduciario ma non in malattia certificata, svolgerà la DDI laddove sia possibile garantire la compresenza con altri docenti non impegnati in attività didattiche previste dai quadri orari ordinamentali e, cmq nel rispetto di quanto previsto dall’art. 28 del CCNL 2016/2018. Nel caso in cui non sia possibile utilizzare un docente nell’ambito dell’organico dell’autonomia si farà ricorso alla nomina di un supplente.
  4. E)  Alunni BES in presenza con docenti in presenza per attività di DDI in modalità mista ( gruppo classe a casa e alcuni alunni in presenza).

Criteri per la scelta degli alunni in presenza:

  • disponibilità delle famiglie
  • numero ridotto di alunni in presenza ( fino a 5 alunni)
  • rotazione quindicinale in caso di periodi prolungati

 

 RESPONSABILITÀ

 

INFANZIA

I Docenti:

  •     porranno attenzione agli aspetti psicologici con azione di accompagnamento e vicinanza agli  studenti;
  •     provvederanno a contattare personalmente i genitori per accertarsi delle reali possibilità e degli strumenti  che hanno a disposizione, al fine di valutare possibili soluzioni;
  •     non condivideranno in alcun modo i dati sensibili dei bambini.

 

SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA

 

I Docenti:

  1. porranno   attenzione   agli   aspetti  psicologici  con  azioni  di accompagnamento e vicinanza agli studenti
  2.     si accerteranno periodicamente che tutti gli alunni e le alunne abbiano la possibilità di restituire i compiti assegnati nelle modalità richieste, proponendo alternative nel caso non fosse loro possibile;
  3.     qualora riscontrino discontinuità nella partecipazione da parte di alunni alle attività in DDI, provvederanno  a  contattare  personalmente i genitori per  accertarsi delle reali possibilità e degli strumenti che hanno a disposizione e segnaleranno alla scuola le eventuali difficoltà, per consentire la valutazione di possibili soluzioni;
  4. non condivideranno, in alcun modo, dati sensibili delle alunne e degli alunni, immagini, video o audio degli stessi, in mancanza del consenso scritto da parte delle famiglie;
  5. non   pubblicheranno   le   video-lezioni   realizzate, al di fuori  dell’ambiente   interno   all’istituzione scolastica;
  6. solleciteranno l’apprendimento, rispondendo ai quesiti degli allievi, supervisionando il loro lavoro e verificando il processo di apprendimento in corso;
  7. valuteranno l’acquisizione degli apprendimenti;
  8. porranno  attenzione  al  contenimento  delle  ore  di  esposizione  allo  schermo  e  al bilanciamento delle proposte didattiche;
  9. si accerteranno che, al termine delle video lezioni, tutti gli alunni abbiano effettuato il logout prima di chiudere la sessione di lavoro (Meet);
  10. si atterranno a quanto previsto nel Patto di Corresponsabilità per l’a.s. 2020/21.

 

Le famiglie:

 INFANZIA

Anche se la Scuola dell’Infanzia non è  obbligatoria, ai genitori si chiede di:

  •     supportare la Scuola nel periodo di utilizzo della DDI
  •     collaborare attivamente con i Docenti per individuare insieme gli strumenti, i modi e le proposte più accessibili
  •     far partecipare i propri figli alle attività proposte dalla scuola
  •     restituire ai Docenti i materiali prodotti
  •     attenersi a quanto previsto nel Patto di Corresponsabilità.

 

SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA

 

I genitori:

 

–  hanno  il  dovere  di  supportare  la  scuola  nella  DDI  e  garantire  la  regolarità  della partecipazione dei propri figli come se si trattasse di ordinaria frequenza scolastica

–  sono responsabili delle attività che si effettuano tramite l’account personale e si impegnano ad adoperarsi per salvaguardare la riservatezza delle proprie credenziali di accesso e a segnalarne l’eventuale smarrimento

–   al termine delle attività didattiche, e nel caso in cui lo stesso dispositivo digitale sia usato da più persone, garantiranno che l’alunno esca dall’account istituzionale (logout)

–   segnaleranno eventuali episodi inadeguati o scorretti, di cui vengano direttamente o indirettamente a conoscenza, relativi all’uso degli strumenti attivati per la didattica a distanza

–   si atterranno a quanto previsto nel Patto di Corresponsabilità per l’a.s.2020/21.

  

GLI ALUNNI


INFANZIA

Durante i collegamenti la mediazione dei genitori sarà fondamentale al fine di far assumere ai bambini comportamenti corretti e adeguati al fine della buona riuscita dei vari incontri.

 

 SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA

 

  1. si impegnano a partecipare in maniera seria e responsabile alle attività di DDI
  2. si impegnano a inviare, nelle modalità indicate dai docenti, i compiti e le attività assegnate, comunicando tempestivamente eventuali difficoltà, per consentire ai docenti di individuare soluzioni alternative
  3. inviano al docente, secondo la modalità concordata (Classroom, registro elettronico ecc. ecc.), i compiti svolti entro le ore 18,00  del giorno stabilito per la restituzione
  4. partecipano alle video-lezioni in diretta, assumendo comportamenti adeguati e rispettosi di tutti
  5. sono responsabili delle attività che si effettuano tramite l’account personale e si impegnano ad adoperarsi per salvaguardare la riservatezza delle proprie credenziali di accesso e a segnalarne l’eventuale smarrimento
  6. al termine delle attività didattiche, e nel caso in cui lo stesso dispositivo digitale sia usato da più persone, dovrà uscire dall’account istituzionale (logout) onde evitare che per errore egli stesso o altri componenti  della  famiglia,  possano  accedere  ad  altri  social,  forum  o piattaforme  con  l’account  dell’istituto
  7. non registreranno e non condivideranno, per alcun motivo, le videolezioni in diretta
  8. segnaleranno eventuali episodi inadeguati o scorretti, di cui vengano direttamente o indirettamente a conoscenza, relativi all’uso degli strumenti attivati per la didattica a distanza
  9. si atterranno a quanto previsto dallo Statuto delle studentesse e degli studenti e nel Patto di Corresponsabilità per l’a.s.2020/21
  10. durante le video-lezioni indosseranno un abbigliamento consono all’attività didattica, dando     ad esse la stessa valenza delle lezioni in presenza, cercando di posizionarsi in un ambiente il più possibile “neutro” (evitando di riprendere es. foto, poster, altri componenti del nucleo familiare, specie se minori, ecc.).

 

Divieti

 

SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA e INFANZIA

 

  •     la piattaforma Microsoft Office 365 è stata attivata per uso esclusivamente educativo-didattico: per questo motivo, è vietato utilizzare l’account della scuola per attività o scopi di tipo privato che non hanno a che fare con la scuola stessa ;
  •     per operare all’interno della piattaforma Meet si deve  accedere con l’account istituzionale;
  •     è fatto assoluto divieto di divulgare i link alle lezioni ad utenti terzi esterni alla scuola;
  •     è assolutamente vietato diffondere foto o stralci delle video-lezioni;
  •     è severamente vietato offendere qualsiasi partecipante durante le video-lezioni: tutte le regole di correttezza e rispetto dell’altro valgono nella modalità online come nella modalità in presenza;
  •     è severamente vietato violare la privacy degli utenti o inviare materiale non didattico;
  •     non è consentito invitare utenti non presenti nella organizzazione istituzionale (che non abbiano l’account istituzionale);
  •     i menzionati comportamenti costituiscono una violazione al regolamento di disciplina e, come tali, saranno oggetto di provvedimento disciplinare.

 

 MONTE ORARIO PREVISTO PER LA SCUOLA PRIMARIA

ORARIO SETTIMANALE DELLE DISCIPLINE/MATERIE  DURANTE IL PERIODO DI DIDATTICA INTEGRATA

 

Per le classi prime e seconde si propone un monte ore di 10 ore  suddiviso in :

3 ore italiano

3 ore matematica

1 ora inglese

1 ora storia e geografia

1 ora scienze

a settimane alterne 1 ora di musica e arte

 

Per le classi terza, quarta, quinta un monte ore di  15 ore così suddiviso:

5 ore italiano

4 ore matematica

2 ore inglese

                 2 ore storia e geografia

1 ora scienze

a  settimane alterne 1 ora di musica e arte.

 

Accessibilità